Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Lunedì 20 Maggio 2019
Italiano English

Musei Emilio Greco

Orvieto (TR) - Il Museo Emilio Greco si trova nella piazza antistante il Duomo all’interno di Palazzo Soliano, imponente residenza pontificia costruita tra il 1294 e il 1303 per volere di Papa Bonifacio VIII.
Il museo prende il nome dallo scultore contemporaneo Emilio Greco, autore nel 1964 delle porte bronzee della cattedrale orvietana, ed è il simbolo di come l’arte contemporanea possa integrarsi nell’estetica medievale e moderna come completamento ed arricchimento.

Il sodalizio con Orvieto dello scultore Emilio Greco, nato a Catania nel 1913 e morto a Roma nel 1995, inizia nel 1962 quando l’Opera del Duomo gli commissiona la realizzazione delle porte della cattedrale. La porta centrale e le porte laterali, rappresentanti rispettivamente l’Opera della Misericordia e la bellezza della figura angelica, furono consegnate alla città nel 1964, ma furono incardinate solo nel 1970 dopo un lungo dibattito artistico e culturale.

La realizzazione delle porte contribuì comunque a creare un profondo legame tra Orvieto e Greco che volle per questo donare alla città gran parte delle sue opere venute alla luce tra il 1947 e il 1990.
La collezione è a tutt’oggi esposta al piano terra del Museo e comprende opere di rilievo internazionale come il Lottatore esposto a Londra in occasione delle Olimpiadi del 1948, ed il Calco in gesso del Monumento a papa Giovanni XXIII realizzato tra 1965 e il 1967.

Il Museo Emilio Greco, già sede storica del sistema museale M.O.D.O. (Museo dell’Opera del Duomo di Orvieto), nel 2008 è stato reinserito all’interno del percorso espositivo che ha come fulcro la cattedrale con nuovi spazi e servizi per i visitatori.
In occasione di questo nuovo riconoscimento della preziosità dell’opera di Emilio Greco, la figlia Antonella ha donato al Museo dell’Opera del Duomo un bozzetto bronzeo delle porte esposto ora all’ingresso di Palazzo Soliano.

Ma il museo è parte integrante della vitalità culturale della città di Orvieto non solo in quanto depositario del testamento artistico di uno dei più importanti scultori italiani del secondo dopoguerra, ma anche perché è un vero e proprio luogo di incontro per le fruizioni artistiche più diverse, dalla musica alla letteratura.

Per informazioni
Telefono: 0763344605

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Mappa

Calcola percorso in auto